Il progetto Secure!

Il progetto Secure! mira a studiare l'applicabilità e le modalità di applicazione di meccanismi, modelli, tecniche, tecnologie e strumenti di crowd-sourcing per la prevenzione (quando possibile), l'anticipazione e la gestione (prima, durante e dopo la crisi) di eventi e situazioni di emergenza relativi alla sicurezza pubblica e alla protezione civile: questo può includere eventi fortuiti e accidentali, infortuni e disastri naturali, climatici, o di qualunque altro genere; oppure identificare comportamenti illeciti e prevenirne l'aggravio del danno attraverso l'organizzazione di forme di prevenzione e di intervento.

I partner partecipanti al progetto Secure! costituiscono una compagine ben affiatata (avendo già collaborato in a precedenti iniziative progettuali di ricerca e sviluppo) e che garantisce tutte le competenze richieste per il corretto svolgimento delle attività ed il pieno raggiungimento dell'obiettivo generale suddetto ed i relativi obiettivi operativi in cui lo stesso è decomposto.

In termini generali, la suddetta compagine consta di una grande azienda ICT (ENGINEERING Ingegneria Informatica S.p.A.), due PMI ICT (Iamboo e Resiltech) e tre organismi di ricerca (Università di FirenzeCentro per la Comunicazione e l'Integrazione dei Media dell'Università degli Studi di Firenze, e Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pisa). Questo equilibrio tra mondo della ricerca accademica e mondo della ricerca industriale, a nostro avviso, costituisce la giusta miscela per garantire un elevato grado di avanzamento dello stato dell'arte tecnologico-scientifico e l'effettiva applicazione dei risultati del progetto in contesti reali. 

           

                                                                   

Finanziamento